(G)ASTRONOMIE - Il festival degli scienziati di buona forchetta


Con la bella stagione il format della Cena Spaziale si espande e invade i luoghi all’aperto trasformandosi in un vero festival, (G)ASTRONOMIE, che per il suo debutto nell'estate 2022 si è svolto nella meravigliosa cornice del Castello Reale di Moncalieri, patrimonio dell'umanità UNESCO. Sono state due intense giornate dedicate al gusto e allo spazio, organizzate assieme alle infaticabili compagne d'avventura Silvia Viglietti e Alba Zanini, in cui al programma di incontri con grandi ospiti e appuntamenti a tavola, si è affiancato un ricco cartellone di spettacoli, mostre, attività per le famiglie e i più piccoli, osservazioni al telescopio, proiezioni di film, degustazioni di ottimi vini e prodotti locali.

Al loro ingresso nel "Giardino delle Rose" del Castello i visitatori, dotati di calice con taschina, sono stati accolti dalla Galassia dei produttori, discovery tasting experience in cui hanno potuto scoprire e assaporare alcune eccellenze enogastronomiche del territorio, in collaborazione con i Maestri del Gusto e la selezione di cantine del progetto Torino DOC della Camera di Commercio di TorinoAd allietare i palati dei tanti buongustai intervenuti l’Extra Vermouth Spaziale miscelato dai bartender del cocktail lounge La Drogheria e la Cena Spaziale en plein air servita negli eleganti tavoli rotondi dallo staff del Bacalhau, con musica dal vivo + djset a cura dei Lhasa Society ad animare la serata di sabato e la proiezione del film cult Sopravvissuto – The Martian di Ridley Scott, tratto dal romanzo L’uomo di Marte del 2011 di Andy Weir, la sera successiva. 

In più percorsi con contenuti multimediali sulle missioni spaziali, esposizione di space food e un tavolo a cura del Centro Modellistico Torinese, che ha esposto una parte della collezione per illustrare i passi dell’evoluzione della conquista dello spazio: da Gagarin ai futuri viaggi verso Marte. In bella mostra il modello che ha partecipato al concorso Internazionale al Museo Della Cosmonautica di Mosca, nell’anniversario dei 60 anni del volo di Yuri Gagarin, classificandosi terzo, oltre ai modelli dei tre astronauti dell’Apollo 11 che all’interno di una capsula, collegata a un pallone sonda, hanno volato sino a 33.000 metri di quota, nell’anniversario dei 50 anni del primo sbarco sulla Luna. Non sono mancate attività per bambini e ragazzi a cura di OAGe – Osservatorio Astronomico di Genova e del suo staff, che ha reso possibile a tutti provare un'esperienza virtuale di volo nello spazio.

Grandi e piccoli hanno inoltre potuto partecipare a visite guidate al Castello e sperimentato attività con i robot della LEGO®, svolgendo alcune missioni proposte dalla FIRST® LEGO® League Challenge sul campo a tema spazio Into Orbit a cura di Artù APS, associazione che si occupa di tecnologie, robotica nell'educazione come strumenti per la creazione di reti intergenerazionali capaci di affrontare unite le sfide del futuro. 


Curiosi di scoprire dove si svolgerà la prossima edizione di (G)ASTRONOMIE? Seguitami sui social e tornate a trovarmi!